Logopedia

Alcuni bambini possono avere qualche difficoltà nel linguaggio o nell’esprimersi, oppure manifestano un ritardo nell’imparare a parlare; altre volte, arrivati in prima elementare, il piccolo alunno non riesce a imparare a leggere e scrivere come i suoi compagni, oppure inizia a mostrare delle difficoltà importanti quando deve iniziare a studiare, in terza o quarta elementare. In altri casi ancora, il problema è la pronuncia di alcuni suoni oppure l’inversione di sillabe quando parla.
Per tutte queste difficoltà, il trattamento consigliato è la logopedia.

Cos’è la logopedia?

La logopedia si occupa della prevenzione e della cura delle problematiche legate al linguaggio, alla comunicazione, alla voce e alla deglutizione. Consiste in una serie di tecniche che riabilitano gli aspetti deficitari del linguaggio e intervengono sulle fragilità del bambino sia a livello linguistico sia a livello comunicativo.
Il logopedista si occupa dell’educazione e della rieducazione di tutte le patologie che provocano disturbi della voce, della parola, del linguaggio orale e scritto e degli handicap comunicativi. Il logopedista valuta e sceglie le metodiche più adatte a ciascun caso, tenendo in considerazione il quadro clinico e le problematiche legate al disturbo.

Per quali problemi rivolgersi al logopedista?

Il logopedista può intervenire in diversi tipi di difficoltà, come ad esempio:

  • se il bambino non parla o parla molto poco;
  • se è difficile comprendere quando parla;
  • se sono presenti difficoltà nella pronuncia di alcuni suoni;
  • se salta alcuni suoni o ne unisce altri che non corrispondono;
  • se la voce del bambino diventa spesso rauca;
  • in caso di difficoltà di lettura o scrittura.

Dopo una prima consultazione, se il problema non è fisiologico e legato all’età, si procede con il trattamento; prima però bisogna fare una valutazione, per stabilire gli obiettivi specifici.

Come funziona la valutazione

Prima di iniziare un trattamento è necessario fare prima una valutazione per comprendere la situazione e pianificare un intervento efficace e personalizzato, in base alle specifiche difficoltà di ciascun bambino.
Nel caso di Disturbo del Linguaggio la logopedista, in accordo con la neuropsichiatra, farà una valutazione specifica e poi si procederà con un trattamento logopedico individualizzato con frequenza mono o bisettimanale.
Nel caso di Deglutizione Atipica la logopedista stessa si occupa di valutare l’atto motorio della deglutizione con un primo incontro dedicato per poi procedere con un intervento specifico.
In caso di Disturbo Specifico dell’Apprendimento c’è un iter specifico definito dalla regione Lombardia che prevede una valutazione che coinvolge psicologo, logopedista e neuropsichiatra infantile. Una volta accertata la presenza di un DSA, il logopedista, se necessario, inizia il trattamento più indicato a seconda del profilo di apprendimento del bambino emerso dalla valutazione.

Nonostante il programma di intervento vari da bambino a bambino, un fattore che incide sulla buona riuscita della logopedia è l’intervento precoce, in modo tale da sviluppare le competenze necessarie per gli apprendimenti successivi.

Una seduta di logopedia, in pratica

Il trattamento della logopedista è portata avanti attraverso esercizi e giochi che servono per allenare il bambino nelle competenze linguistiche che deve potenziare.
Le sedute durano 45 minuti, una o due volte alla settimana, a seconda degli obiettivi che sono emersi dalla valutazione.
Generalmente conviene iniziare una prima fase di trattamento con due incontri a settimana, per creare delle basi solide per il lavoro successivo.
Durante la seduta, a volte è presente anche il padre o la madre, da una parte, per creare un contesto più familiare per il bambino (specialmente se piccolo), dall’altra, per vedere nella pratica il lavoro che il logopedista sta facendo.
Le sedute possono essere individuali o in piccolo gruppo, per favore nel bambino un apprendimento di abilità linguistiche all’interno di un contesto sociale, attraverso il confronto e la condivisione con gli altri.

Qual è la durata totale del ciclo di terapia?

Il centro Ieled attiva cicli di 10 incontri che si basano sugli obiettivi da perseguire, definiti sulla base delle valutazioni cliniche effettuate e condivisi con la scuola e con la famiglia.
Non è detto che un ciclo sia sufficiente, ovviamente, la durata totale della terapia varia in base al disturbo in questione, con verifiche e obiettivi periodici.

Logopedia e aspetti specifici

Il trattamento logopedico viene utilizzato per due grandi aree:

  • i disturbi dell’apprendimento
  • i disturbi del linguaggio

Logopedia e disturbi dell’apprendimento

LANDING PAGE LOGOPEDIA davideLa nuova normativa regionale nell’ambito dei disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) richiede il lavoro di un’equipe multidisciplinare per le valutazioni degli apprendimenti composta da psicologi, neuropsichiatri infantili e, appunto, logopedisti. Perchè il logopedista? Proprio per sottolineare l’importanza del linguaggio nello sviluppo successivo delle abilità scolastiche.
La fonologia, il lessico, la morfosintassi, la comprensione grammaticale sono tutte componenti basilari delle capacità implicate nella lettura, nella scrittura, nella comprensione del testo e nel problem solving: a partire dalle aree più deboli si sviluppa il trattamento riabilitativo più indicato, attento non solo a compensare le difficoltà più “visibili” ma anche a consolidare le basi del bambino.
Il bambino che ha difficoltà è aiutato passo dopo passo a imparare a leggere e scrivere con il metodo sillabico, uno strumento di efficacia provata a livello nazionale; si stimola con l’utilizzo del computer la velocità e la correttezza della lettura; si lavora in modo mirato ma divertente sugli errori di scrittura. Per i più grandi, si impara a leggere e comprendere testi via via più complessi e a studiarli mediante il metodo di analisi e schematizzazione più adatto a ciascuno. Ci si allena sulla matematica prestando particolare attenzione alle aree di debolezza tipiche, quali le tabelline e le strategie di calcolo e la risoluzione di problemi.

Logopedia e disturbi del linguaggio

Non tutti i bambini sviluppano le abilità linguistiche negli stessi tempi e nelle stesse modalità, soprattutto da un punto di vista del linguaggio espressivo: il 10-20% di bambini, in età compresa tra i 24 e i 30 mesi, presenta un vocabolario inferiore alle 50 parole, con una capacità di formare frasi immatura o assente. In questi casi potrebbero esserci alcuni elementi che indicano un ritardo di linguaggio: si parla di semplice ritardo (RS) laddove il bambino nel tempo di alcuni mesi sviluppa un buon linguaggio verbale e di disturbo specifico di linguaggio (DSL), in cui il ritardo è molto più accentuato e le parole o le frasi possono comparire molto più tardi a 4-5 anni.

Il Disturbo Specifico di Linguaggio può manifestarsi con errori nella pronuncia dei suoni, errata costruzione delle parole, errori lessicali, difficoltà nella costruzione di frasi, nella narrazione o nella comprensione.
E’ possibile effettuare una prima valutazione logopedica già a partire dai 3 anni: quest’età costituisce uno spartiacque tra i cosiddetti bambini “parlatori tardivi” e quelli con probabile DSL, poiché l’esplosione del vocabolario avviene intorno ai 30 mesi.
Un intervento precoce è alla base del successo della riabilitazione logopedica e consente al bambino di migliorare in ambito comunicativo e linguistico e di acquisire le competenze necessarie in vista del percorso scolastico che dovrà affrontare; alcuni studi hanno infatti dimostrato che una buona percentuale di bambini con DSL manifesta più avanti un disturbo specifico dell’apprendimento.

Logopedia in sintesi

A CHI è rivolto: bambini a partire da circa 3 anni con difficoltà nel linguaggio
In COSA consiste: un programma di riabilitazione e cura per i problemi della comunicazione, del linguaggio e dell’apprendimento
COME funziona: incontri individuali o di gruppo, in cui vengono svolti una serie di esercizi e giochi, secondo un piano terapeutico
QUANDO: la frequenza è una o due volte alla settimana, a seconda delle necessità
DOVE: in una struttura professionale che ha all’interno dell’equipe multidisciplinare un logopedista
PERCHÈ: intervenire il prima possibile sulle difficoltà linguistiche per creare delle basi solide per lo sviluppo futuro

Un servizio di Logopedia di eccellenza a Milano

Il Centro Ieled di Milano offre un servizio di logopedia specialistico, strutturato e mirato secondo le necessità del bambino. L’ambulatorio di logopedia a Milano si occupa di tutti i disturbi del linguaggio, i ritardi e difetti del linguaggio, deglutizione atipica, disfonie e altri disturbi legati a questa sfera specifica; inoltre, i professionisti del Centro Ieled sono specializzati nel trattamento dei disturbi dell’apprendimento, come dislessia, discalculia, disgrafia e discalculia.

Per prendere un appuntamento al Centro Ieled di Milano chiamate il 393 56 93 176 o scrivete una mail a segreteria@ieled.it

 

Share This